Leone Di Lernia è grave … no … anzi sì

Giovedì scorso durante una trasmissione, il cantante e conduttore radiofonico Leone Di Lernia viene colto da un malore. Trasportato in ospedale per accertamenti, viene diramata la notizia che le sue condizioni sono piuttosto gravi. Verità o trovata pubblicitaria?

26/02/2017 Ogni occasione è buona, soprattutto quando si tratta di pubblicizzare una radio (Radio 105) entrata a far parte del Gruppo Mediaset insieme ad altre emittenti private. Un’operazione su cui lo stesso Pier Silvio Berlusconi pare aver puntato parecchio e per la quale sta già raccogliendo i primi frutti.

Non vogliamo credere che il malore del mitico Leone Di Lernia sia tutta un’invenzione, ma ci rimane il dubbio che l’accaduto sia stato sfruttato meschinamente per scopi pubblicitari. Lo stesso giorno del suo “ricovero” in ospedale, il conduttore interviene alla trasmissione “Pomeriggio Cinque” di Barbara D’Urso, rassicurando i fans sulle sue condizioni. Ride e scherza come niente fosse e certamente la sua telefonata non proviene dalla terapia intensiva di un qualsiasi ospedale della capitale.

L’eco mediatico è talmente inaspettato, da convincere qualcuno a replicare. Ieri a “Domenica Cinque” viene programmato un collegamento dalla casa del cantante, ma all’ultimo momento i telespettatori vengono informati che a causa di un aggravamento delle sue condizioni, Leone Di Lernia non interverrà, salvo poi scoprire che il diretto interessato ha semplicemente preso una pasticca per riposare, come riferisce il figlio.

Se la salute di Leone fosse stata seriamente in pericolo, non solo non sarebbe stato dimesso il giorno stesso del malore, ma non gli sarebbe stato neanche consentito  di rimanere a casa semplicemente “a riposo” e senza alcuna assistenza medica.

Mediaset ne sa sempre una più del diavolo!

28/02/2017 La verità è saltata fuori. Leone Di Lernia stava veramente male ed è morto stamani. La sua ilarità, il suo modo di scherzare con tutti, di ridicolizzare i testi delle canzoni più famose, ha colpito anche stavolta. Siamo stati presi semplicemente e bonariamente in giro, perchè in effetti sembra che il settantottenne pugliese fosse malato da tempo. Uno di quei mali contro cui puoi solo far finta di lottare o, se ci si riesce, far finta che non esista. Lui lo ha fatto, continuando a vivere la vita che gli piaceva vivere, fino all’ultimo momento, e per l’ennesima volta ci ha preso per il naso. Un’uscita teatrale e inaspettata. Per noi lo è, a tal punto che ci pare ancora uno scherzo. Buon viaggio Leone.

E’ la tua occasione! Mandaci Foto, Articoli, Video, Segnalazioni, ogni notizia che meriti di essere approfondita e condivisa da tutti. Scrivi a: redazione@graffialanotizia.it

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *